Neoumanesimo
La liberazione dell'intelletto: Neoumanesimo
© Ananda Marga Italia
ultime ricerche
neoumanesimo
... altre ricerche ...
Home > Una ideologia per una nuova generazione
RSS Atom Pdf stampa
Home
Capitolo 1
Capitolo 2
Capitolo 3
Capitolo 4
Capitolo 5
Capitolo 6
Capitolo 7
Capitolo 8
Capitolo 9
Capitolo 10
Capitolo 11
Contatti
Una ideologia per una nuova generazione
Capitolo 10

L'Entità Funzionale Suprema (Prakrti) porta avanti il suo lavoro secondo un sistema particolare e questo sistema è ciò che noi chiamiamo 'natura'. Il sistema segue un corso generale ma in alcuni casi, durante il suo movimento, viene espressa una qualche anormalità benché non molta. Comunque anche questa anormalità non va oltre la possibilità della natura. E anch'essa considerata come una legge di natura; cioè pure essa è naturale. Nessuno considera mai qualsiasi deviazione dal corso naturale come una deviazione alla legge naturale. Anzi anche la deviazione è accettata come una legge della natura.

Ora, l'intelletto umano, la saggezza, il potere di ricordare e di contemplare, tutto ciò si muove lungo il flusso principale. Anche la più piccola espressione di anormalità, di cui ho appena parlato, è un'espressione naturale nel processo di questo movimento; è naturale benché devii dal flusso generale. Non c'è anormalità o innaturalezza nell'universo, ogni cosa è considerata come una legge naturale. Niente è anormale o innaturale, ogni cosa è semplicemente uno stile di funzionamento all'interno della natura. Questo speciale stile di funzionamento rientra nella possibilità della natura; nella portata del Principio Funzionale Supremo (Prakrti).

Tutte le espressioni che noi notiamo, sia nelle strutture vegetali, che nelle strutture animali, e nelle strutture umane, possono talvolta avanzare di più o di meno del flusso principale. Quando viene compiuta nell'universo un'attività benefica da una certa struttura, noi chiamiamo quella entità 'un genio', una struttura 'beata' nella forma umana, 'buona' nella struttura animale, e 'notevole' nella struttura vegetale. Al contrario, quando una struttura è impegnata in una attività distruttrice, allora chiamiamo quella struttura un 'demone' nella forma umana, 'feroce' nella forma animale, e 'malefica' nella struttura vegetale. Qui siamo interessati soprattutto al 'beato' e al 'demone' nella struttura umana. Il "beato" nella struttura umana usa il proprio genio per nuove invenzioni e scoperte di varie cose e perciò aiuta lo sviluppo delle potenzialità psichiche e spirituali degli esseri umani e li aiuta a muoversi all'unisono verso la meta. Essi sono il tesoro della società umana. E necessario un livello elevato di intelletto per conoscerli e capirli completamente.

Quelli che sono demoni in struttura umana sono tutti in "forme categoriche". Benché queste strutture, queste intelaiature sembrino in apparenza, e sotto certi aspetti, esseri umani, sono straordinariamente furbe e astute. Inculcando vari sentimenti sviano, non solo migliaia, ma milioni di persone sul terreno della malvagità giusto per promuovere i loro interessi meschini ed egoistici. La gente comune non pensa mai profondamente a tutto questo, non gli è stato insegnato come pensare profondamente a queste cose e neppure adesso stanno riflettendoci sopra. Fino ad oggi questo aspetto della conoscenza e rimasto generalmente sconosciuto al mondo. Questo è il motivo per cui la gente comune, non comprendendo completamente questa gente astuta, è incline a dare loro un'importanza sproporzionata. Si scrivono così libri voluminosi su questa gente furba ed astuta dove le loro parole vengono accettate come autentiche, portando così un enorme danno alla società, allo Stato e alla massa comune. Semplicemente la gente inconsapevole non realizza che è essa stessa danneggiata e che, sviata da quella gente furba ed astuta, danneggia altri.

Ciò che questa gente egoista fa, è di gonfiare il meschino e innato geosentimento e il sociosentimento della gente prendendole nel loro gregge e guidandole come pare loro. Ad esempio, un certo leader di una nazione può gonfiare il geosentimento della sua gente. Quando quel geosentimento è sorto, quella gente furba può diventare timorosa perché come regola dopo il geosentimento nasce anche il sentimento geopolitico.

La storia non finisce necessariamente qui. Insieme al sentimento geopolitico potrà nascere anche il sentimento geoeconomico; la gente potrà pensare contemporaneamente alla libertà economica insieme alla libertà politica. Questo è un problema complesso per i politicanti egoisti. Gli astuti leader vogliono soltanto utilizzare il sentimento geopolitico per ottenere la liberazione geopolitica. Ma se le persone sono consapevoli della liberazione economica ancor prima di ottenere la liberazione geopolitica, allora ciò creerà veramente un problema per i leader egoisti; essi pensano: "Non è facile provvedere due pasti normali al giorno per i milioni di straccioni affamati di questa nazione (tantomeno le delizie e le leccornie che mangiamo noi!). In questo caso sarà necessario rimpiazzare la struttura di sfruttamento esistente con una nuova. Cosa c'è dunque da guadagnare ottenendo la liberazione politica?".

Essi sanno pensare profondamente a queste cose mentre le persone comuni non sono in grado di capirne assolutamente niente. I leader astuti, analizzando l'intera situazione, pensano che prima che il geosentimento si spinga troppo oltre, devono raggiungere un accordo segreto con i governanti e ottenere pacificamente il trasferimento del potere politico. Allora, nel caso di un trasferimento pacifico del potere politico, non ci sarà bisogno di esasperare al massimo il sentimento politico. Il potere politico andrà automaticamente a quei politicanti ambiziosi. E una volta che avranno il potere politico conserveranno la stessa macchina di sfruttamento. L'unica differenza sarà che governanti bianchi verranno sostituiti da governanti neri, e che essi proclameranno alle masse: "Noi abbiamo ottenuto la libertà politica". Faranno tacere le voci della gente dicendo loro: "No, no, non si devono dire cose di questo tipo (a proposito della liberazione economica). E un delitto parlare così adesso". Non è possibile identificare questi camaleonti umani dalla loro apparenza esterna ma effettivamente queste persone sono molto pericolose! Sono dei veri demoni in forma umana.

Ora, in accordo con la legge naturale nessuna verità è soppressa per sempre. Deve venire alla luce un giorno o l'altro e verrà fuori indirettamente dalle bocche dei peccatori. Una delle caratteristiche della psicologia umana è questa: benché uno cerchi di mantenere un segreto dicendo "Non lo scoprirò; non lo rivelerò, no, no, non lo divulgherò ...". Un giorno, in un momento di distrazione, gli uscirà certamente dalla bocca.

Accade spesso che un gentleman abbia fatto in modo di mantenere un segreto per sé stesso; ma la stessa persona, dopo aver bevuto, rivela ogni cosa nel suo stato di ubriachezza. Conosco una persona di una certa comunità religiosa che nel suo stato normale ha una natura riservata. Ma in uno stato anormale, specialmente dopo aver bevuto dei liquori è solita dire: "Non credo nel sistema delle caste (la comunità a cui appartiene non sostiene né il sistema delle caste né l'adorazione degli idoli ma crede nei sacrifici rituali), ma certamente sposerò i miei figli e le mie figlie a gente della mia stessa casta (kayastha). Non credo nei cosiddetti dei e dee, ma poiché non riesco a trovare il marito adatto per mia figlia, segretamente adoro il Dio Satyanaram". Egli ha rivelato tutto sotto l'incantesimo del liquore. Perciò la verità è sempre rivelata in un momento di disattenzione, non resta mai soppressa. Questo è il motivo per cui queste persone astute, i camaleonti umani di cui ho parlato, cercano altri mezzi per ingannare la gente prima di essere scoperti definitivamente. Essi si spostano su un altro sentimento, diverso da quello utilizzato precedentemente, per perseguire i loro propri interessi, a spese degli interessi altrui.

Ora, c'è bisogno di una certa furbizia per spostarsi su di un altro sentimento; una persona si accorge per esempio che la strategia sentimentale che ha precedentemente usato per ingannare innumerevoli persone, sta per essere scoperta e pensa "La gente si sta facendo una cattiva opinione riguardo alla mia vera natura". Così esso decide di sfruttare un altro sentimento, proprio per salvare il suo stesso prestigio, e ciò anche molto rapidamente, perché ogni ulteriore ritardo significherebbe un'ulteriore perdita di prestigio. Questo atto di spostarsi ad un nuovo sentimento, per esempio dal comunalismo al nazionalismo o dal nazionalismo al comunismo, questa metamorfosi di sentimento è chiamata "Strategia Sentimentale Metamorfica" (questa Accondiscendenza Sentimentale Metamorfica è uno speciale tipo di strategia pseudosentimentale).

Queste persone sono infatti esperte nel cambiare le loro strategie sentimentali. Supponiamo che un partito (sia esso sociale, politico, economico o qualunque sia il suo aspetto) sia diviso in diverse fazioni ed ogni fazione utilizzi un sentimento diverso dall'altro. Quelli che sono abbastanza furbi sceglieranno il partito di maggioranza e si identificheranno con quel gruppo per mezzo del quale saranno soddisfatte le loro ambizioni politiche. Ciò che essi faranno in queste circostanze sarà di non perdere tempo a rilasciare le loro dichiarazioni in favore del gruppo di maggioranza, denunciando le altre fazioni. Oppure potranno anche parlare francamente dicendo: "Ho fatto un grande errore, ho preso un granchio come le Himalaya"; e prontamente cambieranno partito, consolidando così la loro posizione politica. Troverete persone di questa mentalità in tutte le sfere sociali, economiche, politiche, ecc. Essi sfruttano i sentimenti della gente prima di tutto per la loro propria posizione sociale e secondariamente per altri fini.

A questo riguardo non sono per niente impazienti di promuovere il benessere dell'umanità; anzi, considerano le persone come pedine dicendo: "Bene, impiegherò queste centomila, duecentomila persone per questo scopo; altre cinquecentomila per quello scopo. Questo è il modo in cui fanno i loro calcoli. Quelle persone semplici e sconsiderate che hanno riposto in queste persone la loro fede e la loro fiducia e che sono state ingannate, possono venire sradicate dalle loro case ataviche ed essere costrette a vivere nella vergogna e nella disgrazia. Come profughi devono muoversi in cerca di rifugio da un posto all'altro, proprio come cani randagi. Chi è responsabile della miseria di questi milioni di profughi? Quei demoni in forma umana, ai quali quei poveracci hanno creduto, per le ovazioni dei quali quella gente è corsa ai raduni con migliaia di ghirlande, per la cui soddisfazione la gente ha indossato speciali tipi di copricapo per nascondere i loro peccati. Una volta ho chiesto ad un certo signore: "Perché vi mettete quel cappello? Forse perché il cappello bianco sta bene con il nero dei vostri capelli?". Lui mi ha risposto: "No, no, veramente non per quel motivo. Uso il mio cappello non per coprire la mia colpa, ma per coprire la mia abbondante calvizie". Il fatto è che alcuni usano i cappelli per nascondere la loro calvizie, e altri per mostrare fedeltà ai loro capi politici.

Ma nel frattempo quei profughi vagano di qua e di là, e oggigiorno il numero dei profughi non è soltanto di migliaia, ma di molti milioni in varie parti del globo. E della precaria esistenza, delle morti ignobili di questi milioni di persone disgraziate, sono veramente responsabili solo un pugno di persone, demoni in forma umana. Essi vengono nel mondo e lo lasciano in completa rovina. Durante la loro vita, usano pienamente tutti i mass-media. La gente comune diventa confusa, e non riesce a pensare al di là di ciò che i mass-media dicono loro. E una debolezza generale della gente l'essere incline a credere qualsiasi cosa sia scritta nei libri e nei giornali.

Quei demoni in forma umana pensano che dopo la loro morte verrà fatta una vera valutazione dei loro ideali e delle loro opere. Soltanto allora la gente realizzerà: "Dio mio, che grande errore ho fatto. Ho adorato una scimmia credendo che fosse Dio! Che grande sfortuna ho attirato su di me! Ma ora la situazione è irreparabile". La gente così si divide; lo Stato si divide, vengono erette barriere psichiche fra i vari gruppi di gente; il progresso collettivo dell'umanità è totalmente danneggiato. Ho detto, e torno a ripeterlo, che incontrerete questi tipi di persone nei diversi campi della vita. Alcuni sono portati a credere che questi tipi di persone si trovino soltanto nel campo politico, ma questo non è vero; essi sono presenti in tutti i campi, specialmente nell'ambito delle idee. Essi hanno una odiosa tendenza a demolire le posizioni degli altri.

Nel passato, molti pensatori inizialmente affermarono qualcosa, ma in seguito, avendo scoperto che la pura verità li avrebbe privati del sostegno del pubblico, fecero voltafaccia. Non è corretto fare nomi, ... ma ora voi avete nelle vostre mani il metro per misurare, la pietra di paragone, potete giudicare voi stessi.

Farò un esempio. Maharishi Kapil, mentre ponderava la sua filosofia Samkya, non ha detto niente a riguardo a Iishvara (la Suprema Entità). La sua scuola filosofica è conosciuta come Samkya Nirishvara (Samkya ateista). Quando si è trovato in una posizione veramente imbarazzante dal punto di vista filosofico, quando ha avvertito che la sua filosofia stava quasi per essere scartata dalla gente, ha velocemente inventato un nuovo concetto di Jana-Iishvara (proto Dio), e indirettamente accettato l'esistenza di Dio.

In accordo con la scuola filosofica di Shankaracaryia, ogni cosa è illusione (maya) cioè, c'è illusione all'inizio, illusione a metà e illusione alla fine. In sanscrito questo è chiamato "prama'da". Ma poi quello stesso Sankaracarya ha composto inni al fiume Gange: "Oh divina Ganga, dea discesa dalla dimora celeste degli dei". ("Devii sureshvarii bhagavatii Gaunga). Secondo lui, l'intero universo è illusorio così, in questo falso universo anche il fiume Gange è falso! Dunque che necessità c'era di profondere elogi per un tale fiume falso! Questo è un caso di voltafaccia per salvarsi da una posizione veramente imbarazzante, proprio come un serpente innocuo pretende di essere velenoso. Questo è un esempio molto bello di strategia sentimentale metamorfica. Possono esserci delle persone che considerano questa metamorfosi della strategia sentimentale come un naturale processo di evoluzione, ma di fatto non è evoluzione, ma una metamorfosi strategica. L'evoluzione non avviene né così velocemente né così facilmente.

Quelli che hanno fatto male all'umanità hanno varie nature, e adesso avrete già capito questi tipi di persone. E un po' difficile identificare quei camaleonti umani che cambiano i loro sentimenti per poter sfruttare ancora di più l'umanità. Talvolta essi si spostano da un geosentimento ad un altro, talaltra da un geosentimento ad un socio sentimento. O da un sociosentimento ad un altro sociosentimento. Sono esperti in tutto. Per ottenere l'appoggio delle masse un giorno un leader ha detto "Non permetterò che la mia nazione sia divisa, sia vivisezionata; la mia nazione sarà divisa soltanto sul mio cadavere, non prima". Ciò che lui ha fatto in questo caso è stato di sfruttare contemporaneamente sia il geosentimento che il sociosentimento. Tutti applaudirono con gioia e dissero: "Lui è la sola speranza per il nostro paese", e la gente lo considerava un Dio incarnato. Poi, quando la nazione è stata veramente divisa, quel leader non aprì bocca all'inizio; preferì osservare il suo voto del silenzio. In seguito disse soltanto: "Sono estremamente triste, sono con il popolo". Questo non è nient'altro che strategia sentimentale Metamorfica. Dovete identificare chiaramente quelle persone che adottano tale strategia, e per riconoscerle è necessario un livello più alto di intelletto, non soltanto di un intelletto comune.

Cosa è dunque necessario? Prima di tutto colui che cerca di conoscerli dovrebbe esercitare la propria mente, e per esercitare la mente deve esserci una base appropriata. Supponiamo che dei ragazzi vogliano correre. Hanno bisogno di un posto per farlo. Ugualmente, per esercitare la mente, è necessaria una base. In questo caso la base è il Sama-Sama'ja-Tattva (il Principio dell'Uguaglianza sociale): "Qualsiasi cosa gli altri possano dire, io credo sinceramente che tutti gli esseri umani abbiano diritto al cibo, vestiario, alloggio, istruzione e cure mediche. Non è abbastanza per me accettare i loro diritti in teoria; come persona onesta dovrei fare il massimo sforzo per far sì che siano rispettati i loro diritti".

Questo è lo spirito del Sama-Sama'ja-Tattva. Ma la questione non finisce qui, soltanto con lo spirito. Supponiamo che alcuni ragazzi vogliano correre. Se stanno semplicemente in posizione di partenza sulla dura terra può questo essere considerato correre? Essi dovranno realmente correre. Questa corsa, questo movimento in avanti è conosciuto come "protopsicospiritualità". Che cosa accade per mezzo di questa protopsicospiritualità? Quando questa guida una persona a pensare in un certo modo e vede che il suo proprio modo benevolo di pensare è riflesso nelle attività delle altre persone, allora quella persona può facilmente realizzare la loro vera natura. Così, coloro che praticano questa protopsicospiritualità, possono facilmente riconoscere quei demoni in forma umana. Poi, dopo averli riconosciuti, è loro dovere di smascherarli anche di fronte agli altri, di far capire alla gente che essi stanno ripetutamente danneggiando la società umana. Non è sufficiente per una persona smascherarli personalmente, bisogna aprire anche gli occhi degli altri. Soltanto in questo modo può essere promosso il benessere del mondo. Perciò non sarà sufficiente stare tranquillamente in attesa, come sempliciotti in torri d'avorio isolate. Bisogna spalancare le nostre proprie ali e sfrecciare in alto nell'azzurro firmamento.

Così questa protopsicospiritualità è una forza dinamica. Quando un gruppo di ragazzi corre nel campo, il loro movimento è il fattore principale. Se perdono la loro mobilità e si siedono per terra, questo non è più considerato correre; incoraggerà soltanto la tendenza psicologica dell'inattività.

Questo nostro universo, come voi sapete, è circumrotante (ruotante intorno al suo proprio nucleo). Niente è al di fuori della sua circonferenza, quindi non è necessario cercare il nucleo all'esterno. Non c'è bisogno di correre di qua e di là per cercarlo; il nucleo di questo universo circumrotante è anche il nucleo dell'individuo. Questo universo circumrotante è controllato dal suo nucleo sia a livello di individualità, sia a livello globale. Perciò ogni granello di polvere, ogni filo d'erba, sono tutti ugualmente controllati da questo Nucleo Supremo. Ora, se un individuo può in qualche modo unire il suo nucleo individuale psicospirituale con il nucleo spirituale circumrotante, allora sentirà di essere uno con ogni granello di polvere, con ogni filo d'erba. E allora ogni granello di polvere e ogni filo d'erba saranno una sola cosa con la sua mente, una sola cosa con la sua voce. Questa realizzazione farà pulsare la forza vitale di ognuno da un capo all'altro dell'intero universo. Per mezzo di questa protopsicospiritualità si può combattere contro tutti i tipi di sociosentimenti. I camaleonti umani che usano i sociosentimenti o i geosentimenti, potranno essere facilmente smascherati alla luce della protopsicospiritualità.

Ora potete chiedere, che cos'è la protopsicospiritualità? Prima dobbiamo discutere su cos'è la psicospiritualità. Finché la mente avanza verso la spiritualità ciò viene chiamato "psicospiritualità". Ed è chiamato proto nel senso che è un'entità guizzante; non è come una fiamma fissa. Non è qualcosa di calmo o fisso; richiede movimento. Perciò non è psicospiritualità completa ma protopsicospiritualità. La mobilità della sistalsi della protopsicospiritualità è puramente psichica, mentre lo stato di immobilità beatifica è puramente spirituale. Così è una felice fusione tra lo stato psichico e quello spirituale. Perciò io lo chiamo psicospiritualità. Dobbiamo aggiungere ancora una cosa. Ogni volta che le persone, dopo aver fatto qualche attività, pensano al nucleo dell'universo circumrotante, la loro mente diventa onnipervadente. Queste persone non possono mai pensare di fare del male agli altri; essi penseranno piuttosto soltanto al benessere universale. In quell'elevato stato della mente essi facilmente potranno scoprire quei demoni in forma umana e acquisteranno la capacità necessaria per guidare correttamente gli individui ordinari o straordinari e i gruppi che tendono ad essere sviati da tutti i tipi di sociosentimenti (perché il sociosentimento è molte volte più dannoso del geosentimento).

Le persone intelligenti dovrebbero chiaramente realizzare questo e poi, per mezzo di seminari, dovrebbero rendere la gente consapevole dell'importanza del Sama-Sama'ja-Tattva e della protopsicospiritualità per combattere contro il sociosentimento. Questo è il modo in cui le persone intelligenti mostreranno loro il sentiero della liberazione. Questo deve essere fatto; perché, benché possano esserci alcuni individui che consapevolmente o inconsapevolmente stanno combattendo contro questo geosentimento, la maggior parte della gente è nell'oscurità. Questa è la ragione per cui dovrete portare la collettività con voi, perché la collettività è vostra. La collettività non è fuori di voi, il vostro futuro è inseparabilmente connesso alla sorte collettiva. Dovete prendere l'intera collettività con voi e muovervi in avanti verso la dolce radiosità della nuova alba dorata, oltre il velo della notte più scura.

Calcutta. 28 Marzo 1982